GT X Experimental: Opel guida verso il futuro

formulamotori.it -
Formula Motori

La Casa tedesca (ma di proprietà francese) inserisce la destinazione "futuro" sul proprio navigatore e propone una concept: è la Opel GT X Experimental. Si tratta di un SUV compatto elettrico 5 porte, lungo 4,06 metri con il fascino di una coupé e pieno zeppo di idee innovative.

Mai sentito parlare di PACE!? E' il piano strategico attraverso il quale Opel spiega la sua vision (questo termine è fin troppo di moda) attraverso la quale verranno realizzati i suoi prodotti nei prossimi anni. Bene. La GT X Experimental è il primo risultato tangibile.

Opel, quindi, ha deciso di rappresentare la propria vision delle automobili future con un SUV compatto lungo solo 4.063 millimetri (passo: 2.625 mm; carreggiata: 1.830 mm; altezza con l'antenna: 1.528 mm): al momento i SUV sono i veicoli più diffusi sul mercato e Opel è spinta dal desiderio di rendere queste vetture ancora più interessanti per il grande pubblico. Ma per farlo, i SUV devono diventare più efficienti rispetto al passato. Per questo motivo la Opel GT X Experimental è costruita su un'architettura leggera, ha un'impronta ridotta e monta cerchi da 17 pollici che sembrano molto più grandi, per aumentare al massimo il comfort su strada ma anche per avere un aspetto entusiasmante. Il piano PACE! promette di offrire una versione elettrica di ogni modello Opel entro il 2024, pertanto la GT X Experimental è una vettura elettrica la cui potenza viene generata da una compatta batteria agli ioni di litio di ultima generazione da 50 kWh con ricarica induttiva. La GT X Experimental non pretende di offrire una guida completamente autonoma ma ha funzioni di guida autonoma di Livello 3: questo significa che è in grado di gestire tutti gli aspetti della guida ma il conducente deve essere in grado di reagire a una richiesta di intervento.

Le concept Opel mostrano il futuro del marchio da più di 50 anni. Il nome della GT X Experimental ricorda la prima concept car di Opel, la Experimental GT del 1965, una coupé accessibile che fu anche la prima concept realizzata da un costruttore automobilistico europeo. L'aggiunta della X ricorda che Opel intende sviluppare ulteriormente la propria presenza nel mercato dei SUV: il 40 per cento di tutte le Opel vendute nel 2021 dovranno essere SUV.

Negli anni Opel ha utilizzato le concept per definire il proprio futuro. Nella maggior parte dei casi si è trattato di vetture che non sono mai state studiate per essere prodotte ma che hanno permesso al marchio di indicare i principi guida dei suoi modelli futuri. Da questo punto di vista, le ultime tre concept Opel mostrano una chiara coerenza con lo sviluppo del marchio. La Monza concept del 2013 rispecchiava la ricerca di Opel di maggiore efficienza (leggerezza, soluzioni strutturali, motorizzazione) e la esprimeva con un design particolarmente filante. La GT Concept del 2016 ha portato l'efficienza a un livello superiore, con un progetto incentrato sulle idee di accessibilità, semplicità e purezza. E, appunto, la GT X Experimental.