Tiscali.it
SEGUICI

Kia K4 introduce nuovi standard di design per le future berline compatte

di Italpress   
Kia K4 introduce nuovi standard di design per le future berline compatte

SEOUL (COREA DEL SUD) (ITALPRESS) - Kia ha diffuso le immagini del design esterno ed interno del modello K4. La berlina compatta di nuova generazione che interpreta pienamente l'atteggiamento audace del brand nello spingersi sempre avanti, introducendo nel segmento delle berline compatte nuovi modi di pensare, all'insegna dell'innovazione e di stilemi superiori di design.

Le linee esterne della berlina compatta K4, ispirate alla filosofia di design "Opposites United" di Kia, ed in particolare al pilastro "Power to Progress", danno forme concrete alla ferma determinazione del brand di progettare soluzioni di mobilità sempre più stimolanti, innovative ed esteticamente avanzate.

"Ogni profilo, ogni angolo e ogni particolare di K4 sono stati attentamente progettati e realizzati per rispecchiare la filosofia di design di Kia Opposites United, unendo superfici elaborate ma pulite con dettagli tecnologici in un insieme audace e armonico.

Ogni particolare sublima ulteriormente la stretta relazione del brand con il design", ha dichiarato Karim Habib, Executive Vice President e head of Kia Global Design. "Attraverso il design di K4, stiamo sviluppando quanto abbiamo appreso e rendiamo questi valori accessibili a un numero sempre maggiore di persone, offrendo un prodotto importante e significativo, che possa essere di ispirazione per il modo di pensare, muoversi e vivere".

Kia K4, spingendosi oltre i tradizionali stilemi di design, propri del segmento delle berline compatte, rivela una personalità autentica, caratterizzata da ambizione, audacia, energia e forza.

I designer hanno elaborato una linea moderna e unica, intersecando profili quadrati allineati in sequenza, secondo una modalità apparentemente illogica, denominata "Twist Logic" dal team Kia. Il flusso armonico di luce che si inserisce nell'alternanza delle forme quadrate evidenzia la linea che corre lungo l'intero corpo vettura. Questa soluzione stilistica di grande impatto è particolarmente evidente se si osserva K4 lateralmente, dove lo stile fastback a freccia interpreta perfettamente la natura audace e progressiva del brand Kia.

Alla vista anteriore, K4 suscita all'istante un'impressione sorprendente. I fari verticali, posizionati ai bordi esterni del frontale amplificano l'aspetto imponente e sicuro, mentre i proiettori Daytime Running Light (DRL) accentuano ulteriormente il fascino sofisticato di K4, essendo sottolineati e integrati da profili orizzontali cromati. L'ultima versione della star map lighting technology di Kia ispirata al tema "constellation" offre un'ulteriore evoluzione dell'iconica Tiger Face.

Alla vista posteriore K4 suscita il medesimo senso di forza e dinamismo. I fari verticali, posizionati ai bordi esterni del corpo vettura, tagliano verticalmente la silhouette filante e dinamica verso un paraurti ampio e tecnico. Lo spoiler incorporato nel paraurti completa il quadro con il suo design grafico di notevole impatto.

La filosofia di design Opposites United di Kia celebra la tensione creativa che si sprigiona dalla combinazione di due concetti apparentemente opposti. Questo approccio radicale tocca il suo apice in K4, dove il concetto di "expected" relativamente all'abitacolo orientato al conducente incontra un layout di design "unexpected", dando luogo alla personalità unica degli interni di K4. "Expected", nel segmento delle berline compatte, è solitamente un interno driver-oriented, invece per K4 diventa "unexpected", in virtù di un cambio degli stilemi consolidati di design. Al posto del consueto orientamento dei monitor e dei diversi sistemi verso il conducente, l'interno di K4 separa lo spazio riservato al conducente da quello per i passeggeri con un'audace divisione grafica. Questa inedita ripartizione distingue chiaramente i due spazi: l'area riservata al conducente, driver cockpit, tecnica e prettamente operativa, dall'area riservata ai passeggeri, confortevole e improntata al benessere degli occupanti. Attingendo al pilastro "Joy for Reason" della filosofia di design di Kia, gli interior designer hanno progettato un interno che enfatizza la sensazione di "abitacolo" ma anche le caratteristiche funzionali e di praticità. Gli elementi tecnici propri dell'area riservata al conducente, diversi e contrastanti rispetto agli elementi dedicati al comfort dei passeggeri, collimano in un perfetto equilibrio tra razionale ed emotivo.

L'abitacolo sofisticato e raffinato di K4 offre la scelta tra una varietà di tipologie di illuminazione interna, diretta e indiretta. Il cruscotto è dominato da un grande schermo centrale e da una console dal design elegante che enfatizza ulteriormente la divisione tra l'area riservata al conducente e quella per i passeggeri. I pulsanti e i comandi fisici sono volutamente ridotti al minimo, le funzioni "Home" "Map" e "Search" vengono comandate attraverso una serie di pulsanti fisici elegantemente integrati in una linea dal design ricercato e completati da un controller ruotante, in modo da favorire un'interazione rapida e intuitiva.

Altri quattro pulsanti, posti al di sotto, permettono di impostare i sistemi di riscaldamento, raffreddamento e ventilazione. Una gamma di nuovi particolari rivestimenti, materiali, motivi e colori dei sedili, tra cui grigio medio, verde ardesia, marrone canyon e nero onice sono stati deliberati per sottolineare ulteriormente il carattere sofisticato e di alto livello degli interni di K4.

foto: ufficio stampa Kia Italia

(ITALPRESS).

tvi/com

di Italpress   

I più recenti

Nuova Lancia Ypsilon in vetrina alla Milano Design Week
Nuova Lancia Ypsilon in vetrina alla Milano Design Week
Volvo utilizza biogas per suo primo stabilimento a impatto zero in Cina
Volvo utilizza biogas per suo primo stabilimento a impatto zero in Cina
Al via gli ordini di nuovo Renault Captur
Al via gli ordini di nuovo Renault Captur
Con Famous for Freedom, Jeep lancia la nuova Wrangler
Con Famous for Freedom, Jeep lancia la nuova Wrangler