Smart City: Napoli ha ancora tantissimo da fare

Smart City: Napoli ha ancora tantissimo da fare
di auto in rete

Può una città metropolitana da un milione di abitanti come Napoli essere meno smart di un capoluogo di dimensioni medie come Cagliari? Sì, può e l'indice ICity Rank 2019 di Forum PA spiega anche perché. ICity Rank è un indice sintetico, che aggrega i dati sulla solidità economica, la mobilità sostenibile, la tutela ambientale, la qualità sociale, la capacità di governo e la trasformazione digitale dei 107 capoluoghi di Provincia italiani. In tutti questi ambiti, purtroppo, il capoluogo campano è costantemente nella parte bassa della classifica e si posiziona, nel complesso, al 73mo posto. Tra le grandi città del sud peggio di Napoli fa solo Palermo, 77ma.

Vuoi acquistare un’Auto Usata o Km Zero? Invia una richiesta ad AutoInRete,ti aiuteremo a trovare l’auto che stai cercando, al miglior prezzo!

Napoli: la mobilità sostenibile che non c'è

Le grandi città, nell'indice ICity Rank, solitamente occupano le posizioni alte in quanto a mobilità sostenibile grazie ad un sistema di Trasporto Pubblico Locale più articolato, a maggiori servizi di car sharing, bike sharing e scooter sharing e ad una attenzione più puntuale ai problemi della mobilità che, quando hai un milione o più abitanti, se non è ben gestita rischia di mandare in tilt la città. A Napoli, purtroppo, tutto questo non c'è e la città è alla posizione 57 della classifica per la mobilità sostenibile. A Napoli c'era un car sharing elettrico, chiamato Amicar Sharing, ma era un progetto sperimentale che è stato sospeso (e le colonnine di ricarica devono essere disinstallate). A Napoli c'era un servizio di bike sharing, ma era anche quello sperimentale e non è poi diventato strutturale. A Napoli non c'è mai stato un servizio di scooter sharing.

Napoli: la trasformazione digitale che non c'è

Altro aspetto in cui Napoli dovrebbe fare molto di più è la trasformazione digitale: è trentacinquesima in classifica, secondo l'ICity Rank 2019. Non basta a Napoli essere terza in Italia per uso dei social da parte dell'amministrazione comunale: in tutti gli altri sottoindici relativi all'uso delle nuove tecnologie per migliorare il rapporto tra cittadino, imprese e organi di governo la città scende vistosamente in classifica.

Napoli: le altre criticità che ostacolano la smart city

Oltre alla scarsa mobilità sostenibile e alla poca apertura al digitale, a caratterizzare Napoli secondo l'ICity Rank 2019 c'è anche una bassissima tutela dell'ambiente (posizione 75), una ancor più bassa qualità sociale (posizione 83), una scarsissima capacità di governo (87). La città partenopea, quindi, ha veramente moltissima strada da percorrere prima di poter essere definita una smart city.

Q&A

D: Esiste un modo attendibile per misurare quanto è smart una città?
R: Sì, ci sono degli indici sintetici che aggregano centinaia di dati, come l’ICityRank di Forum PA

D: Quanto è smart Napoli rispetto ad altre città italiane?
R: Non lo è quasi per nulla: in tutti i sottoindici dell’IcityRank 2019 si posiziona costantemente nella parte bassa della classifica

D: Cosa può imparare Napoli dalle altre città italiane?
R: Napoli deve migliorare notevolmente il suo sistema di mobilità, la tutela dell’ambiente e la capacità di governo, puntando anche alla trasformazione digitale della sua economia

Post realizzato daAutoInRete. Scopri i nostri Servizi.