Chilometraggio auto: qual'è quello giusto per fare un affare?

Chilometraggio auto: qual'è quello giusto per fare un affare?
di auto in rete

Quando vogliamo comprare un'auto usata la prima cosa che dobbiamo verificare è il suo chilometraggio. Cioè quanti chilometri ha percorso e come e dove li ha percorsi. 

Già, perché per valutare al meglio il chilometraggio di un'auto usata non basta sedersi al posto di guida e leggere i chilometri riportati sul cruscotto (e sperare che l'auto non sia stata “schilometrata”: leggi la nostra guida per scoprire come accorgertene). 

Oltre al semplice numero dei chilometri percorsi, infatti, ci sono anche altri parametri da valutare.

Vuoi acquistare un’Auto Usata o Km Zero? Invia una richiesta ad AutoInRete,ti aiuteremo a trovare l’auto che stai cercando, al miglior prezzo!

Chilometraggio auto: quali fattori considerare

È logico che un'auto che ha percorso pochi chilometri è in condizioni migliori rispetto ad un'auto che ha percorso molti chilometria parità di condizioni. Ma, purtroppo, la parità di condizioni non esiste: ogni guidatore ha un proprio stile di guida, percorre prevalentemente determinati tipi di strade ed è più o meno accurato nel fare la manutenzione all'auto. 

Centomila chilometri percorsi in autostrada non equivalgono affatto a centomila chilometri percorsi in città: l'usura sul motore, sulle sospensioni e su molte altre componenti delle due auto sarà completamente diversa. Ma non solo: gli stessi chilometri, fatti dallo stesso guidatore e sulle stesse strade, hanno un effetto diverso su una macchina o su un'altra: le sospensioni di un SUV reggeranno meglio l'impatto con le buche della città rispetto a quelle di un'utilitaria, mentre un motore diesel si usurerà meno di uno a benzina, metano o GPL. 

Chilometraggio auto: cosa chiedere al venditore

Alla luce di tutte queste considerazioni, ecco alcune domande da fare a chi ci vuole vendere un'auto usata: 

  1. Quale è stato l'uso prevalente dell'auto (città, autostrada, strade extraurbane)?
  2. Ogni quanto è stata tagliandata l'auto e presso quale officina(doveroso controllare il libretto di manutenzione)?
  3. È stato usato l'olio motore consigliato dal costruttore?
  4. Sono stati fatti interventi alla frizione?
  5. L'auto ha subìto incidenti in passato?

La valutazione dell'auto usata deve partire dalle risposte a tutte queste domande: un'auto usata in città ma ben manutenuta potrebbe essere in condizioni migliori di una che ha fatto molta autostrada, ma è stata tagliandata poco e male.

Chilometraggio auto: i valori massimi su diesel e benzina

Infine, va valutato il tipo di alimentazione: i motori diesel sono mediamente più robusti di quelli benzina, metano o GPL. 

Fino a 100-150.000 chilometri percorsi, un'auto diesel può quindi essere presa in considerazione senza problemi e il chilometraggio non è un ostacolo all'acquisto. 

Per una vettura a benzina è meglio non superare gli 80-100.000 chilometri, a meno che non sia un ottimo affare o non abbiamo intenzione di usare l'auto prevalentemente in città, dove eventuali problemi al motore sono più facili da risolvere.

Q&A

D: Il chilometraggio è il fattore decisivo nell'acquisto di un'auto usata?

R: No, perché da solo non basta a farci capire lo stato di salute dell'auto

D: Con quali altri fattori va confrontato il chilometraggio di una vettura usata?

R: Il chilometraggio va considerato in rapporto all'uso prevalente dell'auto e al suo stato di manutenzione

D: È possibile che un'auto sia un affare nonostante i tanti chilometri percorsi?

R: Sì, è possibile se è stata guidata prevalentemente su strade scorrevoli, non ha subito incidenti, la manutenzione è stata puntuale e se il prezzo è congruo allo stato del veicolo

D: È possibile che i chilometri dichiarati non siano quelli reali?

R: Sì, è possibile modificare il chilometraggio di un'auto ma è un reato

Post realizzato daAutoInRete. Scopri i nostri Servizi.