Porsche Cayenne: sei connessa?

fomulamotori.it -
social media motori

Poteva mai la mitica Porsche Cayenne non essere al top in fatto di connessione? Certo che no. Con l'arrivo del MY 2018 debutta, infatti, la nuova gamma di opzioni di rete denominata Porsche Connect Plus...

Per la prima volta, grazie al Porsche Communication Management (PCM), i fortunati possessori di un Cayenne potranno accedere alle funzione Amazon Music, Smart Home fornite da Nest e Radio Plus, una combinazione intelligente tra ricezione radio tradizionale e radio online.

Il nuovo SUV è sempre online grazie alla scheda SIM integrata compatibile con LTE, funzione anch'essa fornita di serie. Porsche ha sviluppato anche un'app per smartphone semplificata che permette di gestire le principali funzioni di Car Connect. Con Amazon Music, gli abbonati possono utilizzare nella Cayenne, direttamente dal PCM, uno dei servizi di streaming più diffusi. Oltre all'ampia proposta musicale, Amazon Music offre in più una copertura audio live, senza pubblicità, del campionato di calcio tedesco, delle partite della Coppa di Germania (DFB Cup) e delle partite alle quali partecipano le squadre tedesche nelle due principali competizioni calcistiche europee.

Un'altra novità è Radio Plus. Di che si tratta? E' un servizio che permette di essere sintonizzati sulla propria radio preferita anche quando non c'è più copertura. Il tutto, ovviamente, avviene via internet, ma ad una condizione: che l'emittente preferita abbia un canale radio online. Quando si è a bordo della propria Cayenne e sparisce il segnale e/o la frequenza, il sistema si aggancia automaticamente allo streaming online migliorando la qualità della ricezione. Porsche offre un pacchetto dati da sette gigabyte per l'utilizzo del servizio di streaming Amazon Music, della radio online e per la navigazione nel web usando l'hotspot Wi-Fi nella vettura.

Con questo nuovo sistema anche la navigazione online con informazioni sul traffico in tempo reale diventa ancora più semplice, più rapida e più completa. La ricerca semplificata delle destinazioni di navigazione, infatti, si basa sul rilevatore centrale, accessibile cliccando sull'icona della lente d'ingrandimento nell'intestazione del PCM, per ricercare le destinazioni utilizzando termini semplici. E non solo: il finder offre anche un'ampia serie di informazioni supplementari, come i prezzi del carburante, i parcheggi disponibili, comprese le tariffe e gli orari di apertura, oltre a recensioni degli utenti su alberghi e ristoranti.

Porsche ha rinnovato anche il Voice Pilot che permette l'inserimento vocale delle varie destinazioni di navigazione: grazie al riconoscimento vocale online, i comandi vocali possono essere eseguiti in modo più intuitivo di prima. Un esempio? Ora è possibile immettere una destinazione di navigazione senza i dettagli dell'indirizzo.

E non solo: il nuovo Voice Pilot comprende più di 100 comandi che vanno dalle funzioni di navigazione pura e semplice al controllo e gestione della musica, fino alle svariate funzioni di viaggio come la climatizzazione dell'abitacolo e il riscaldamento dei sedili



Porsche ha pensato anche alla sicurezza così si è inventato il servizio Risk Radar, tramite il quale i dati relativi al traffico e alle condizioni stradali vengono acquisiti in modo anonimo e trasmessi dalle vetture con i relativi dispositivi. Una volta rilevati dai sensori della vettura, questi dati forniscono indicazioni su nebbia, rischi di slittamento e incidenti. Le destinazioni possono essere facilmente create prima di un viaggio, non solo nel PCM, ma anche utilizzando l'app Porsche Connect sullo smartphone o tramite la piattaforma «My Porsche». Una volta identificato il driver, le destinazioni vengono sincronizzate inserendo l'ID Porsche nella vettura, nell'applicazione e nel portale web My Porsche.