Ateca, il primo SUV nella storia della Seat

Ateca, il primo SUV nella storia della Seat
social media motori

E' pronta al debutto ufficiale (a settembre) l'Ateca, il primo SUV nella storia della Seat: parente stretta della Tiguan Volkswagen (la Casa spagnola fa parte del colosso tedesco), sfoggia una linea sportiva, ha spazio in abbondanza per cinque passeggeri, tecnologia avveniristica e sistemi di sicurezza all'avanguardia. Agile e disinvolta in città, si propone però come l'auto ideale per il lunghi viaggi, e per dimostrarlo a chiare lettere è impegnata in un lungo tour attraverso le città italiane: una sorta di Giro d'Italia partito da Treviso (20 giugno) che si concluderà a Bari (25 luglio) dopo aver fatto tappa anche a Cagliari (7 luglio) con una spettacolare esibizione nello stabilimento balneare "Il Lido".

Ateca il primo SUV nella storia della Seat

Uno Sport Utility Vehicle dalle grandi doti, specie con la trazione integrale 4Drive, come ha dimostrato nei recenti test su strada riservati alla stampa. La garanzia sta nel fatto che l'Ateca ha attinto al grande patrimonio della Volskwagen sui fronti della tecnologia e dei motori. Prodotta nella Repubblica ceca, sulla rinomata piattaforma MQB (utilizzata anche per la Tiguan, Golf e per la Seat Léon), la Seat Ateca non nasconde le sue ambizioni in un mercato affollato: dovrà vedersela - oltre che con la "cugina" Tiguan - anche con la Qashqai Nissan, Kia Sportage, Tucson Hyundai, Rav4 Toyota, Kadjar Renault, Kuga Ford).

Sul tavolo della folta concorrenza gioca un poker di assoluto valore: spazio, dinamica di guida fluida (in città e in fuoristrada), tecnologia e sistemi di sicurezza. Bella da vedere, sfoggia uno stile sportivo con linee affilate espresso in un corpo armonioso, lungo 436 centimetri, largo 184 e alto appena 161 centimetri. Passo di 2,64 metri e capacità di carico di 510 litri in un vano-bagagli con portellone elettrico apribile con un semplice movimento di un piede.

Nel grande abitacolo si respira l'aria del salotto buono di casa. In un'atmosfera particolare, risaltano alcuni "preziosismi" che fanno la differenza: ad esempio, la luce di cortesia che proietta la sagoma di uno zerbino sui tappetini. Non solo: è possibile cambiare a proprio piacimento il colore delle luci d'ambiente; basta avvicinare la mano al navigatore per farsi mostrare il menu delle varie applicazioni. Ma non è da meno l'elenco dei sistemi di assistenza alla guida: ad esempio, l'assistenza alla marcia in coda (l'auto accelera e frena da sola), l'opzione Top View (4 telecamere per una visione a 360 gradi), Park Assist per quando si parcheggia, o addirittura il Traffic Jam Assist (sistema di guida semi-autonoma a bassa velocità: solo con i motori con cambio DSG) particolarmente utile nel traffico congestionato.

Su strada l'Ateca è sorretta da un'ampia gamma di motori che va dal 3 cilindri 1.0 turbo Eco a benzina da 115 cavalli al turbodiesel 2 litri Xcellence trazione integrale 4Drive da 190 cavalli. Sul fronte della benzina, oltre all'Eco 1.0 da 115 cavalli, c'è anche il TSI 1.4 litri da 150 cv, entrambi con cambio manuale a 6 marce (allestimenti Advance, Reference e Style). Ma il propulsore 1.4 TSI può essere abbinato anche al cambio automatico DSG a doppia frizione o alla trazione integrale 4Drive.

Sul fronte del gasolio, dominano la scena il TDI 1.6 da 116 cavalli (allestimenti Advance, Reference e Style) e il TDI 2 litri da 150 cavalli (allestimenti Advance ed Advance 4Drive, Style e Style 4Drive, Xcellence e Xcellence 4Drive). Al top c'è il turbodiesel TDI 2.0 litri Xcellence da 190 cavalli (costa 35.500 euro). I prezzi della Seat Ateca vanno da 20.850 euro (1.0 Eco) a 32.250 (2.0 Xcellence 4Drive).

In ogni caso, l'Ateca promette una bella esperienza di guida. Sul tunnel c'è in bella evidenza la manopola per selezionare la modalità: nelle versioni a trazione integrale si può optare anche per il programma Off Road, oppure per Neve e Assistenza in discesa (Hill Descent Control).