Nuova MV AGUSTA F3 RC: la supersportiva più bella di sempre in soli 350 esemplari

Nuova MV AGUSTA F3 RC: la supersportiva più bella di sempre in soli 350 esemplari
social media motori

Dal Reparto Corse di Schiranna arriva la replica WSS 2016 della supersportiva più bella di sempre. Nasce in edizione limitata, e già questa è una notizia. Solamente 350 esemplari: la MV Agusta presenta la nuovissima F3RC. Si tratta quindi di una serie limitata realmente esclusiva della moto che corre nel Campionato del Mondo Supersport 2016. Nata in pista tra l'asfalto, i cordoli e le vie di fuga, i rettilinei e le chicane (senza contare anche staccate, accelerazioni e frenate), MV Agusta scrive la sua storia sui tracciati più famosi del mondo. Lo ha fatto fin dagli inizi del suo marchio, oramai nella gloriosa storia del motociclismo.

Nuova MV AGUSTA F3 RC la supersportiva pi bella di sempre in soli 350 esemplari

In due cilindrate, la nuova F3RC é l'essenza delle competizioni racchiusa in uno scrigno che mette insieme perfezione tecnica ed estetica. Il motore è di tre cilindri in linea, leggero e incredibilmente compatto, ottimizzato in tutte le componenti tecniche per ottenere il massimo delle prestazioni. Questo ha permesso di ottenere potenza e coppia in abbondanza, oltre ad un'erogazione ideale per la pista come anche per l'impiego stradale più sportivo. F3 675 RC raggiunge 128 cv (94,2 kW) di potenza a 14400 giri/min e 71 Nm (7,24 kgm) di coppia a 10900; F3 800 si spinge oltre, con 148 cv (108,8 kW) di potenza a 13000 giri/min e 88 Nm (8,97 kgm) di coppia a 10600. La dotazione elettronica incentrata sulla piattaforma MVICS (Motor & Vehicle Integrated Control System) permette di gestire con la massima efficacia le prestazioni, attraverso il Ride By Wire con approccio multimappa (3 mappe predefinite e una completamente personalizzabile) e il controllo di trazione regolabile su 8 livelli.

Il telaio si avvale di un'intelligente struttura mista: la sezione anteriore a traliccio in tubi di acciaio é leggera ed essenziale; le piastre in lega di alluminio della zona centrale fanno da fulcro per il pregiato monobraccio, che insieme all'unità ammortizzante costituisce la raffinata sospensione posteriore. La notevole lunghezza del monobraccio (576,5 mm) permette di incrementare l'efficacia in trazione, nonostante l'interasse molto contenuto (1.380 mm) valorizzi al massimo la maneggevolezza della moto.Qualità di materiali, di estetica e di prestazioni: come in un noto slogan, per il marchio RC "basta la parola". Ma non significa solamente Reparto Corse. Vuol dire soprattutto sviluppo tecnico estremo, in fase di progetto, come in pista. Confronto diretto con i piloti, per raggiungere la perfezione, circuito dopo circuito. Massima attenzione ai dettagli, perché in gara ciascun componente è indispensabile e decisivo. RC significa prestazioni assolute e un modo di pensare che conosce soltanto chi vive di corse. RC significa anche che la migliore esperienza racing si trasferisce sulla strada, a disposizione dei motociclisti più ambiziosi.La gare rappresentano di sicuro il leit-motiv di questo modo di intendere il nuovo gioiello dell'Agusta. La vocazione racing appare infatti chiara fin dal primo sguardo: basti pensare che la sola colorazione proposta é un omaggio alle vittorie conquistate dai piloti ufficiali Jules Cluzel e Lorenzo Zanetti nelle più importanti competizioni internazionali. E le firme dei piloti apposte sui fianchi della carena sono la testimonianza che sono stati proprio loro, con il contributo fondamentale del Reparto Corse, a sviluppare questo modello così esclusivo.

L'esperienza e il fascino delle gare hanno guidato gli uomini di MV Agusta anche nella composizione del kit che fa parte della dotazione riservata a ciascuna delle 350 unità di F3 RC, montate a mano una per una nello storico stabilimento della Schiranna. Il portatarga Special Parts e il copricodino monoposto esaltano il design racing della F3 RC. Il cavalletto posteriore in dotazione permette di curare la piccola manutenzione esattamente come in pitlane. E, per concludere, il telo coprimoto celebra l'eleganza di questa tre cilindri persino nelle pause tra una gara e l'altra. Tutto certificato con un documento che attesta l'esclusività di una moto unica per contenuti tecnici, precisione nell'assemblaggio, fascino e prestazioni. Insomma, il vertice di un progetto così giovane, eppure già ai confini della leggenda.