Kia: debutta a Parigi la quarta generazione della Rio

Kia: debutta a Parigi la quarta generazione della Rio
social media motori

Debutta al Mondial de l'Automobile anche la nuova Rio, l'utilitaria della Kia giunta ormai alla sua quarta generazione: sulle strade italiane la vedremo nella prima metà del 2017. Si presenta nel grande palcoscenico di Parigi (1-16 ottobre) con un look all'avanguardia, alquanto sofisticato, frutto del lavoro congiunto dei tre Centri Stile della Casa Coreana, quelli di Francoforte, Irvine (California) e Namyang (Corea del Sud). Evidente il salto di qualità rispetto alla terza versione lanciata nel 2011: nuovo il design esterno, cambiano anche gli interni, il passo (ora allungato di 10 millimetri: 2.580 mm) e le dimensioni. Una Rio ora più lunga (4,065 metri: più 15 millimetri) e quindi più spaziosa, però meno alta (1,45 metri: 5 millimetri in meno).

Kia debutta a Parigi la quarta generazione della Rio

La Casa coreana continua, così, a percorrere la lunga strada del rinnovamento della gamma: dopo lo Sportage, l'Optima e il crossover ibrido Niro è la volta della Rio proposta con un look più dinamico. Stando alle prime foto ufficiali diffuse dalla Kia, la Rio cambia decisamente volto. Risalta in diverse parti l'evoluzione stilistica: linee tese e superfici morbide, carrozzeria allargata, fari fendinebbia spinti più all'esterno nel paraurti. Allungato anche il frontale sul quale spicca la caratteristica mascherina a naso di tigre (Tiger Nose), ora più slanciata e più larga, quasi confinante con i fari. Il profilo laterale è esaltato da linee tese che si propagano lungo l'intera fiancata. La parte posteriore appare più grintosa con il portellone verticale e i nuovi gruppi ottici a LED che producono una grafica luminosa a forma di freccia.

L'abitacolo ha un'impronta chic (tessuto nero o grigio, anche in ecopelle), decisamente confortevole. La plancia con una leggera angolazione è ora orientata verso il pilota per migliorare la visibilità e l'utilizzo dei comandi che sono stati ridotti all'essenziale: al centro spicca il grande schermo touch screen al alta definizione, cuore del sistema HMI (Human Machine Interface) programmato per l'intrattenimento, per la navigazione e per la connettività.

Nessun accenno sui motori, quando manca ormai un mese al grande appuntamento di Parigi. Stando ad indiscrezioni, dovrebbero essere confermati il propulsore 1.2 a benzina CVVT da 84 cavalli (168 chilometri orari) e l'1.1 e l.4 a .gasolio che equipaggiano la terza generazione della Rio. Il diesel 1.1 ha una potenza di 75 cavalli (160 orari), l'altro 90 cv (172 orari). I prezzi della Rio che sta per andare in pensione oscillano tra i 12.600 euro (1.2 a benzina) e i 17.600 euro (1.4 CRDi hight tech a gasolio).