Tiscali Motori

Kawasaki Ninja ZX-R 636 2013

Motore maggiorato e una dotazione elettronica da Superbike replica: così Kawasaki punta a rilanciare il mercato delle supersportive di media cilindrata.
La nuova 636, che si riconosce innanzitutto per il look del tutto inedito e ispirato alla 1000, nasce da una costola della Ninja 600, che resta in listino per chiunque voglia usarla per correre, ma se ne differenzia decisamente, visto che è pensata per un uso non competitivo bensì ludico e sportivo. Ciò non significa che non vada bene in pista, ma ci sono molti accorgimenti che rendono questo modello più fruibile su strada di quella che ormai possiamo considerare la "sorella minore". Quali le principali differenze? Partiamo dal motore: il quattro cilindri è stato rivisto per aumentare la cilindrata, senza però accontentarsi del classico intervento di alesatura attraverso l'alesaggio del pistone. I tecnici Kawasaki hanno sostituito l'albero motore, allungando la corsa, con un ntervento più costoso ma che va nella direzione di un'erogazione meno appuntita e più godibile ai medi regimi. Le misure passano da 67×42,5 mm della 600 a 67×45,1 mm della 636. Arrivano nuovi condotti (allargati), bielle più corte e irrobustite, nuovi cornetti di aspirazione; aumenta la compressione, da 12,9:1 a 13:1 e arriva una nuova frizione antisaltellamento servoassistita FCC. Il risultato è interessante: per la 636 sono dichiarati 131 cv a 13.500 giri, che diventano 137 in velocità, quando l'airbox è in pressione. La coppia arriva a 71 Nm a 11.500 giri, un bel salto rispetto ai 66,8 a 11.800 giri della 600.
Anche la ciclistica è sviluppata con una maggiore attenzione a un uso più "trasversale". La forcella è la nuova Showa SFF BP, dove la prima sigla sta per "Separate Function Fork" e la seconda per l'ormai noto "Big Piston". A rendere ancora più interessante la nuova Ninja 636 è la dotazione elettronica: sono presenti sia il KTRC (il controllo di trazione regolabile su tre livelli) sia il KIBS, l'ABS supersportivo Kawasaki, sia la tripla mappatura per il motore. Tutti questi sistemi hanno debuttato sulla Ninja 1000 e adesso scendono di categoria, rendendo la Ninja 636 2013 l'unica supersportiva di media cilindrata giapponese in grado di reggere il passo con la MV Agusta F3.
RED - Stefano Cordara
19 settembre 2012
Diventa fan di Tiscali su Facebook
 
 
 
  

Segui Tiscali su:

Facile.it

Prova Facile.it

Confronta più compagnie e risparmia fino a 500€

© Tiscali Italia S.p.A. 2014  P.IVA 02508100928 | Dati Sociali