Tiscali Motori
Articoli correlati

Prova Aprilia SRV 850 ATC & ABS

Sono passati pochi mesi dal lancio dello scooter "più veloce del mondo" (capace di sfiorare i 200km/h e di accelerare da 0 a 100 in 5,7 secondi),  ma Aprilia spinge ancora sull'acceleratore e offre una versione con dotazione elettronica molto completa: controllo di trazione ATC e ABS sono di serie, a10.290 euro contro i 9.630 euro franco concessionario del SRV 850 standard

La novità era nell'aria fin dal lancio del primo SRV 850, rivisitazione piuttosto profonda del già noto Gilera GP800, ma era difficile aspettarsi che a pochi mesi dal lancio sarebbe uscita la versione con ABS e controllo di trazione ATC. E invece è andata proprio così. L'Aprilia SRV vanta fin dall'esordio, una serie di record che gli garantirebbero di diritto l'accesso alle pagine del Guinness dei Primati. Ma evidentemente non erano sufficienti: da oggi l'SRV 850 non è soltanto lo scooter più potente e più veloce ma anche il più "elettronico". L'arrivo del controllo di trazione ATC - Aprilia Traction Control - e dell'ABS servono a chiudere nel modo migliore un quadro prestazionale che vede la sportività correre in parallelo con la sicurezza.

L'SRV 850 ha volumi generosi, che vanno gestiti con un po' di attenzione soprattutto nelle manovre a motore spento o al minimo. Basta però aprire il gas e guadagnare velocità perché la sensazione svanisca. Nei primi metri colpisce la dolcezza nell'erogazione della potenza ai bassi regimi. La posizione in sella è ben raccolta dietro l'ampio scudo anteriore - purtroppo privo di vano portaoggetti - anche se sarebbe stato utile avere più spazio per i piedi, penalizzati dal voluminoso tunnel centrale.

I 76 cavalli dichiarati e i quasi 8 kgm di coppia si gestiscono benissimo nel traffico cittadino. Lode per ciclistica e sospensioni, che hanno il compito di filtrare le asperità dell'asfalto e garantire allo stesso tempo l'adeguato comfort per guidatore e passeggero, oltre alla necessaria sul veloce. Altrettanto interessanti le prestazioni: basta un breve lancio su una qualsiasi strada extraurbana per vedere la lancetta del tachimetro volare ben oltre i limiti autostradali...

L'ABS non deve più essere un accessorio da acquistare a parte, ma un compagno indispensabile per "vivere" nel modo migliore in tutte le condizioni di guida. Nel corso del test abbiamo provato in tutti i modi a mettere in difficoltà l'elettronica dell'ABS Aprilia, con frenate improvvise e repentine a scooter piegato oppure con fondi stradali irregolari. La resa è sempre stato in linea con le aspettative, con il doppio disco anteriore da 300 mm dalla potenza motociclistica ma ben gestibile.

Per regolare i livelli di intervento del controllo di trazione si utilizza il comando posto sul blocchetto elettrico destro. L'ATC è il secondo elemento tecnico di rilievo, per la seconda volta su uno scooter, dopo il debutto sul Piaggio Beverly Sport Touring. ATC è l'acronimo di Aprilia Traction Control: chi è avvezzo alle sigle riconoscerà una parentela diretta con la Superbike replica RSV4 e con la naked Tuono V4R. Il sistema è settato, all'accensione dell'SRV, sull'opzione standard che prevede una soglia di intervento ideale soprattutto nelle condizioni di asfalto bagnato o di brecciolino sul fondo stradale; l'opzione Sport di fatto non stravolge il comportamento nella guida e le reazioni dello scooter. Esagerando volutamente, la perdita di aderenza dello pneumatico posteriore risulta percepibile, ma non per questo in grado di mettere in imbarazzo chi gestisce il gas.

Anche con l'ATC, con ovvie finalità di test, abbiamo deciso di guidare in modo volutamente disinvolto e sopra le righe, percorrendo le rotonde a bassa velocità e al contempo esagerando con l'acceleratore. Il risultato? Noi non ci siamo mai trovati in difficoltà. L'intervento del sistema elettronico è sempre immediato, mai fastidioso né troppo invasivo. La logica di funzionamento è nota: la variazione improvvisa di velocità di rotazione tra la ruota anteriore e quella posteriore è rilevata dai sensori, che trasmettono l'informazione alla centralina, che a sua volta interviene modificando l'anticipo dell'accensione e l'intervallo dell'iniezione elettronica e quindi trasferendo meno coppia alla gomma posteriore.

Nel complesso, quindi, il nuovo Aprilia SRV 850 è ora uno scooter molto completo, per quanto chiaramente identificabile come appartenente alla categoria più sportiva e quindi meno funzionale del classico "scooterone", anche per quanto riguarda la capacità di carico, che è comunque discreta. L'intervento dei tecnici Aprilia, riconosciuti maestri nella realizzazione delle ciclistiche più efficaci, si sente in molti contesti di guida, anche su un veicolo monomarcia come questo. E se il TMax Yamaha rimane ancora il punto di riferimento per la dinamica di guida del tutto simile a quella di una moto, l'SRV ha argomenti interessanti per sfidarlo sul campo senza timori reverenziali. Tra i difetti vanno annoverate le leve dei freni dalla risposta un po' spugnosa, lo scarso spazio a disposizione dei piedi del guidatore, l'assenza del vano portaoggetti dietro lo scudo anteriore e gli specchi retrovisori piccoli. Poca cosa rispetto a quello che il nuovo SRV 850 può offrire sul doppio fronte della sicurezza attiva e passiva. Il prezzo per questa versione più raffinata e completa è impegnativo - anche se comunque inferiore a quello del TMax -: 10.290 euro contro i 9.630 euro franco concessionario dell'SRV 850 standard.

RED - Marco Selvetti
29 giugno 2012
Diventa fan di Tiscali su Facebook
 
 
 
  

Segui Tiscali su:

MUTUI
ASSICURAZIONI
PRESTITI
 
Confronta più assicurazioni e risparmia
Marca auto
Assicurazioni on line by cercassicurazioni.it
MUTUI
ASSICURAZIONI
PRESTITI
 
Richiedi online il tuo mutuo e risparmia
Importo mutuo  Euro
mutui prima casa by
MutuiOnline.it
MUTUI
ASSICURAZIONI
PRESTITI
 
Richiedi online il tuo prestito e risparmi
Importo da finanziare   €
prestiti by
PrestitiOnline.it

Cerca le aziende e servizi della tua città

Sei a:
Cerca:
Assicurazione.it

Prova Assicurazione.it

Confronta 18 compagnie e risparmia fino a 500€

© Tiscali Italia S.p.A. 2014  P.IVA 02508100928 | Dati Sociali